GLI ERRORI CHE NON RIFAREI SE FOSSI NUOVAMENTE MAMMA #3

img_7227.jpg

Oggi sono felicissima di farvi leggere il post scritto da una blogger che ammiro, ma anche da un’amica e da una persona che stimo davvero. Trapiantata a Dublino dal Veneto, adora fare torte e sogna di aprire un giorno una sua bakery. Potete seguire il suo percorso su: www.sognandocupcake.it.

La trovate anche su Facebook, Pinterest, Instagram e Twitter.

Cara Lisa, anche io se potessi tornare indietro cambierei tante cose, ma questo è un lusso che purtroppo non ci è concesso. Siamo madri e credo che ognuna faccia del proprio meglio per crescere i propri figli in serenità ed armonia, e poi io ti conosco e tu sei una mamma ed una persona davvero speciale e meriti solo il meglio!

Questa è la riflessione di Lisa, che mi ha colpito molto perché scritta davvero con il cuore.

Questa rubrica mi ha fatto un po’ riflettere. Ci sono in effetti alcune cose che farei in modo diverso se tornassi indietro, perché a fare un terzo figlio non ci voglio proprio pensare! Sono un po’ maniaca del controllo e sono cose tutto sommato irrilevanti, tranne una che è davvero importante e per questo la terrò per ultima. 

– Ai miei bambini sono stati regalati vari peluche e negli anni ne abbiamo accumulati secondo me troppi e alcuni devo dire anche parecchio brutti. Se tornassi indietro farei sparire questi brutti peluche prima che i miei figlio possano abituarsi alla loro presenza, perché ora è troppo tardi e mi tocca tenere mucche verdi, pecore ingrigite e peluche a forma di verdura, senza quasi ricordare come siano entrati in casa. 

– Non è assolutamente colpa sua, ma il figlio Elfo, che ha sei anni, non sa ancora andare in bici senza rotelle. In generale direi che ha un rapporto abbastanza disastroso con tutto ciò che ha i pedali. Vorrei tornare indietro di tre anni e regalargli una di quelle bici a spinta, senza pedali, che a me che non l’ho mai avuta sembrano perfette per imparare l’equilibrio. 

– Farei più foto dei compleanni. Pessime luci e colori improponibili, credo di non averne quasi nessuna da incorniciare. Perché?

– Legato al punto sopra, li porterei più spesso a tagliare i capelli. E non in casa con la macchinetta. Nella metà delle foto hanno dei capelli davvero improponibili. Di nuovo, perché?

– Ora però la cosa importante. Se tornassi indietro non farei la mamma a tempo pieno. In un certo senso mi ci sono trovata, perché fino alla seconda gravidanza lavoravo, poi l’azienda ha chiuso. Con due bambini piccoli la cassa integrazione prima e un anno di mobilità poi mi hanno permesso il lusso del tempo, che non avrei avuto altrimenti. Ma poi trovare un lavoro è diventato sempre più complicato e se tornassi indietro lo cercherei con più costanza, con più impegno. Non sono fatta per fare la mamma a tempo pieno, almeno adesso lo so. Se solo esistessero i part time! 

Siete d’accordo con Lisa? Se anche voi volete raccontarmi la vostra esperienza trovate tutte le regole per partecipare qui.

Aspetto anche i vostri racconti!

Related Post

1 commento

  1. Lisa dice:

    Grazie Nicoletta, è stato un piacere chiacchierare un po’ con te <3

Lascia un commento